Veladamare
english English
  veladamare  
home skipper imbarcazioni Diario di Bordo libri glossario meteo

E la pelle di daino c'è! E pure Ciccio Cappuccio!

Il racconto di Alessandra relativo al Ponte del Primo Maggio 2014 !

 


Caratterizzato da: mare mosso, e vento forte; anzi no ..FORTISSIMO !!

Non riesco ad essere arrabbiata con il mare che ci ha riportati in Ancona il 4 maggio ,anche se era mosso da un vento con punte di 50 nodi, pieno di spruzzi e di spuma..una traversata lunga partita all’alba e finita nel tardo pomeriggio, con colpi di timone e onde alte alle spalle, splendide nel loro grigio e nel loro bianco delle creste, con salti di delfini quasi a scortarci..il capitano è concentrato a timonare, l’equipaggio è un po’ assonnato dalla scopolamina dei cerotti ma la spensieratezza dei giorni passati è sempre presente con i  motti coniati i giorni prima.

 I nostri Motti:  E’ Roberto che da subito chiama il capitano “Schettino”; Gianluca è Giacomo e solo alla fine si scopre essere Giangino; Assunta passa da Astrid a Amaranta, Nunzio “il Guru”; io “Sampei del riò de la fettina” ..Poi ci sono Betta, Stefy ,e Mario e i suoi “do ovi de tajatelle” . E ultimi ma non per importanza: la sig.ra Cambusa, LA PELLE DI DAINO e il mitico Ciccio Cappuccio! Un equipaggio formatosi a scaglioni il 30 aprile sera ma che si è subito amalgamato davanti al prosecco per il compleanno di Nunzio e al tiramisù Ale hand made. Fave , pecorino e lonza accompagnano la nostra navigazione spensierata dell’1 maggio verso Bozava, senza tempo: si cena alle 22,30 : le lasagne di mamma Ornella sono sempre fantastiche,in mare come in terra!!

 Un giretto per il quasi disabitato paese, l’incontro con un rospo subito baciato, ma del principe nessuna traccia !!

 

L’indomani qualche ora di navigazione ci porta in una baia: “coccole di caldo”, silenzio, gabbiani, risate, musica,vino su Marakaibo..

 

Betta manda sms qua e là; Assunta e il vino sono inseparabili come Linus e la copertina,  e Roby con le sue cartine;
Io, Mario e i NON pesci;

Stefy e l’ovulazione; Nunzio e gli “scarabocchi tatuati”;  Gianluca e il Papa..e il capitano ci porta a Molat: 80 abitanti ancora nel letargo invernale, la passeggiata fino all’ex campo di concentramento, il  silenzio surreale, quasi a rispettare la sofferenza dei deportati.
Ed è Ivan il ristoratore a sfamare le nostre bocche con tonno e calamari e a far battere il cuore di Stefy!!

La pioggia ci fa compagnia dalla notte alla sera seguente: la giornata è lenta e riposante, oziosa e rilassante! E la mia pesca è prolifera: un pesce preso grazie alla lonza come “ciccio” !
Ci penserà poi il pescatore Alexander a svegliare i nostri animi e i nostri appetiti: pesci cotti al fuoco del camino della sua casa piena di reti e di gatti..e di musica suonata dalla sua fisarmonica per noi..è amore a prima vista, scatta l’anello al mio dito e il matrimonio è alle porte!!
Si uniscono a noi i Nauta Felix di Re Giorgio, ed è qui che esce fuori la vera identità di Gianluca: è  Giangino il ballerino!!!
La bora ci sveglia molto molto presto: salvagenti indosso, Giangino che dichiara: “io mi devo salvare perché figlio unico di madre vedova..” e si parte per la traversata di ritorno..UP AND DOWN, un tronco batte sullo scafo, palline dell’ikea come sedativo, varie e allegati (e allagati!!) ..”e il naufragar m’è dolce in questo mare…” ma appena ho messo i piedi a terra sto stata molto meglio!!!!
Marakaibo ti voglio bene…..
LOVE
Ale

Gite in barca a vela

links | risorse

© 2006-2007 Veladamare.it - gite in barca a vela - web and seo: labellarte.it